Il Vangelo come metafora: la creatività è la chiave del successo

Con l’avvicinarsi del Natale vale la pena di prendere spunto dal Vangelo (qui secondo Luca):
«Un giorno mentre le turbe si affollavano intorno a Lui per ascoltare la parola di Dio ed Egli se ne stava presso il lago di Genesaret, vide due barche ferme in riva al lago, dalle quali erano scesi i pescatori per lavare le reti. E, salito su di una barca che era quella di Simone, lo pregò di allontanarsi un poco da terra. E stando a sedere si mise ad ammaestrare le turbe dalla barca. E finito di parlare, disse a Simone: “Prendi il largo, e calate le vostre reti per la pesca”. E Simone gli rispose: “Maestro, pur avendo lavorato tutta la notte, non abbiamo preso nulla; però sulla tua parola getterò la rete”. E fatto che ebbero questo, presero una quantità enorme di pesci e le reti si rompevano (…) E Gesù disse a Simone: “Non temere, da ora innanzi sarai pescatore di uomini”. E tirate a riva le barche, abbandonata ogni cosa, lo seguirono.»
In particolare, alcuni studiosi dei testi originali hanno tradotto il verso con  “getta la rete sulla destra…”.

Cosa implicherebbe ciò?

A mio avviso, essa rappresenta una metafora legata alla creatività. Quando sembra che non riusciamo a trovare una via d’uscita, quando giriamo a vuoto, quando lo sconforto ci prende, proviamo a sfruttare una qualità meravigliosa, ma troppo spesso atrofizzata: la creatività.

E questo cosa c’entra con la rete gettata a destra? L’emisfero destro del cervello, è proprio quello deputato alla creatività, l’estro e l’innovazione. Contrariamente a quanto si pensi, la creatività non significa buttare giù qualche idea anche strampalata o sognare con la testa tra le nuvole.

La creatività è prima di tutto un atteggiamento mentale, un modus cogitandi ed operandi che si può sviluppare anche a livello aziendale e di gruppi di studio o lavoro.
Edward De Bono, ha costruito un approccio pragmatico alla creatività (il famoso “pensiero laterale”). Philip Kotler, guru mondiale del marketing, qualche anno fa ha scritto un libro meraviglioso “Il marketing laterale“, dove la creatività era al servizio del marketing.

Spero che vi siate incuriositi… In un prossimo articolo approfondiremo l’argomento e, perché no, buona lettura del Vangelo a tutti! (dove c’è tanto da scoprire e riscoprire)