GAETANO SCIREA: COSA SIGNIFICA ESSERE UN LEADER…

dI

30 anni fa, in modo assurdo, tragico ed inspiegabile, se ne andava tra le strade della Polonia uno dei piu’ grandi campioni che lo sport, non solo il calcio, abbia mai avuto…

Gaetano Scirea, fuoriclasse in campo ma anche fuori.

Un uomo che all’apice della sua carriera, per mantenere un impegno morale preso col padre, ottenne il diploma di Maestro.

Gaetano Scirea esprimeva lo doti piu’ pure ed assolute che si legano al concetto di Leadership.

Gaetano Scirea era IL LEADER.

Chiunque oggi ne parli, sia stato compagno alla Juve o in nazionale, o addirittura avversario, non puo’ che enfatizzare questo aspetto: era un Leader silenzioso, ma efficace.

Da dove scaturisce il suo carisma naturale? Cosa lo rendeva davvero diverso rispetto agli altri?

Una delle sue doti piu’ caratteristiche era sicuramente quella della COERENZA, cioè il perfetto ALLINEAMENTO tra VALORI e COMPORTAMENTI.

Il modo in cui Gaetano Scirea si comportava dentro e fuori del campo, era assolutamente lineare, senza interruzioni, senza ostentazioni.

Gaetano, con poche parole, sapeva farsi ascoltare, perchè parlava con l’esempio.

Era infatti un LEADER SILENZIOSO.

Cosa possiamo portare con noi a 30 anni dalla sua morte.

Sicuramente l’insegnamento della COERENZA, che spesso ha un costo, che spesso ha un peso, che spesso sembra allontanarci dai nostri traguardi.

Alla fine, pero’, quando siamo ALLINEATI tra i nostri VALORI ed i nostri COMPORTAMENTI, esprimiamo appena la nostra personalità.

Ciao Gaetano e grazie di tutto!

Potrebbe interessarti anche

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

16 − cinque =